The New Highway Hymnal – Reverb Room LP (Self-released, 10/04/2015)

The New Highway Hymnal – Reverb Room LP (2015)Date una bella martellata a Link Wray. Lasciatelo vibrare come fosse un diapason impazzito, con le corde della chitarra talmente saturate da distorcere al minimo alito, gettatelo in un lago in prossimità dell’Oceano ed aspettate i drone concentrici che si formano sulla superficie dell’acqua, fateli spazzare dal vento che spira dal Mexico settentrionale fino alla California, allo spot di Dark Point, ed avrete una vaga idea della magia di riverbero che vi accoglierà all’interno di questo lavoro. L’energia Heavy Echo è fluido magmatico, forma espressiva libera, che scorre felice all’interno dei solchi, ma non fatevi ingannare, poiché le canzoni sono strutturate ed è evidente il progetto stilistico che si cela dietro quest’album.

echo3I New Highway Hymnal vengono da Northshore, Massachusetts e si rivelano con un delizioso psych rock, denso di chitarre pop deturpate da effetti, nove tracce di energia incontenibile, caldi accordi chitarristici, con sconfinamenti in territorio surf e derive fuzz, fino lambire territori shoegaze. Non fatevi ingannare da quelli che parleranno di Libertines e Black Rebel Motorcycle Club e blah, blah, blah, perché qui troverete originalità, almeno quella che è lecito aspettarsi dalla frequentazione di quello che, sempre più, sembra un buco nero che attira, con trucchetti da sirena, gli ingenui musicisti. Esatto, proprio lui, l’heavy psych.

echo1“Loaded Fun” apre il lavoro con antichi sapori Britpop, inizio 2000, mentre il singolo “Television, risulta melodiosamente armonizzato, con coretti ai quali è difficile resistere. “By the Pool” sembra un omaggio alla spensieratezza delle pop band degli anni ‘60s, proprio loro, quelle infatuate di spiagge e belle ragazze, il tutto filtrato con una pesante sensibilità psych garage a spingere i suoni e dilatare le atmosfere quasi fossero forgiate dal vento del rumore bianco.

Le chitarre dominano il suono col loro incedere concentrico, foriere di effetti, e ci trasportano in una dimensione onirica, dove l’eco della voce induce pratiche “spaced out”. I New Highway Hymnal ci danno dentro alla grande e ci sorprendono con un fantastico collage di acquerelli psych/pop. Pratiche esoteriche delicate ed ipnotiche accarezzano i padiglioni auricolari con scariche pseudo/short/drone. Sono toni di chitarra pop intonacata attraverso percezioni dreamy, in un ambiente sperimentale, di rock ed influenze narcolettiche, con melodie infettive e filigrana di mistero a creare ordinati viaggi, acido-indotti.
Predomina un senso costante di groove, voce che arriva come fosse relegata nella vasca da bagno o, forse, semplicemente da un’altra dimensione, un’inquietante entropia che si espande per tutta la durata delle canzoni.
Un disco da avere. Concedetegli una chance e non ve ne pentirete.

Schoolboy Johnny Duhamel

Bandcamp

Precedente Iggy Pop – Post Pop Depression (Loma Vista Recordings, 18/03/2016) Successivo Muncie Girls – From Caplan to Belsize (BanquetRecords, 04/03/2016)

Lascia un commento